Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di chiara1
  • Blog di chiara1
  • : Il blog di chiara
  • Contatti

Testo Libero

14 agosto 2011 7 14 /08 /agosto /2011 09:50

Il CAP, ovvero: Codice di Avviamento Postale, è un sistema che consente di codificare gli indirizzi nelle varie città. Questo sistema è utilizzato dalle Poste ed è stato introdotto nel nostro Paese nel 1967, esattamente il primo del mese di luglio.

Codice di Avviamento Postale

Il codice di Avviamento Postale, come già detto, serve a identificare le città e i paesi aggregati a quella data città. Ogniqualvolta viene spedita posta, è necessario che venga riportato, oltre al nome e cognome del destinatario e l’indirizzo (via, numero civico e città/paesino) anche il Codice di Avviamento Postale, altrimenti si rischia di non fare arrivare a destinazione la posta (o, nel migliore dei casi, comportare dei ritardi per la ricezione). Per conoscere il Codice di Avviamento Postale di una data città, una volta bastava semplicemente chiamare il centralino e chiederlo direttamente all'operatore, oppure si poteva scorrere tra le pagine di una normale agenda e, all’inizio o alla fine era molto probabile trovare una cartina dell’Italia e tutti i codici di avviamento postale delle città e dei rispettivi comuni. In alternativa, si poteva consultare l’elenco telefonico della città di destinazione in cui era indirizzata la posta. Se poi non si poteva recuperare il CAP in questi modi, si poteva tranquillamente consultare l’operatore delle Poste Italiane .

Siti per la ricerca del CAP

Oggi invece, la ricerca del Codice di Avviamento Postale è davvero estremamente semplice: basta avere una connessione Internet e inserire la parola chiave in un qualsiasi motore di ricerca “Codice di Avviamento Postale Milano”, oppure, Bologna, oppure per quanto riguarda i vari comuni, Erice, Altavilla e via dicendo. Immediatamente verranno visualizzati una serie di siti specializzati per la ricerca dei CAP. In genere sono tutti attendibili, ma per maggiore sicurezza, è consigliabile consultare il sito delle Poste Italiane “Posteitaliane.it”, oppure il sito delle pagine bianche “Paginebianche.it”. in alternativa potete consultare altri siti come per esempio “Moduli.it”, oppure “Miniportale.it” o ancora, potreste direttamente eseguire la vostra ricerca sul sito “Nonsolocap.it” nel quale potete trovare anche altri servizi come, per esempio, il calcolo del codice fiscale oppure i gruppi bancari inserendo semplicemente il CAB e l’ABI. Un altro sito abbastanza “ricco” di funzioni, è “Paginainizio.it”.

Mailbox in Italy Cassetta della posta in Italia | Source http://www. f
Repost 0
11 agosto 2011 4 11 /08 /agosto /2011 17:08

La tessera sanitaria entra in vigore nel 2003. Essa nasce come strumento di controllo della spesa sanitaria da parte delle Regioni con lo scopo di monitorare le spese e le prestazioni sanitarie. Essa oggi sostituisce il codice fiscale a tutti gli effetti. Ma vediamo di cosa si tratta nello specifico e qual è la sua funzione.

Funzioni principali

La tessera sanitaria si presenta esattamente della medesima consistenza e della stessa dimensione di qualsiasi carta di credito. Nella parte frontale sono presenti i dati anagrafici, la data di scadenza e il codice fiscale, sia in banda magnetica che come codice a barre. Inoltre, sono riportati tre caratteri braille per i non vedenti. Dal 1 gennaio del 2008 è divenuto obbligatorio il rilascio dello scontrino fiscale sanitario “parlante” da parte del farmacista, ogni qualvolta viene acquistato qualsiasi tipo di farmaco. In esso viene dichiarata la quantità, la tipologia del farmaco ed anche il codice fiscale del cliente. Nel caso in cui ci si trovi fuori dall’Italia, e nello specifico, in qualsiasi paese che fa parte della Comunità Europea, è possibile semplicemente esibire la tessera sanitaria per poter usufruire delle cure sanitarie e per l’acquisto di farmaci in casi di particolare urgenza. Le spese sanitarie saranno poi addebitate al Servizio Sanitario Nazionale, sulla base delle modalità specifiche previste dalla regione di residenza dell’assistito. In pratica, la tessera sanitaria sostituisce il modulo E111.

Scadenza della tessera sanitaria

La tessera sanitaria ha una validità di cinque anni. Per rinnovarla, non sarà necessario fare nulla poiché, qualche tempo prima della sua scadenza, la nuova tessera sanitaria verrà recapitata direttamente all’ indirizzo di domiciliazione. La data di scadenza può essere visualizzata direttamente sul fronte della tessera, vicino il codice fiscale. Nel caso in cui si abbia urgenza della nuova tessera sanitaria, ma ancora non è stata ricevuta all'indirizzo di domiciliazione, allora potete rivolgervi all’ASL la quale, in tempo reale, rilascerà un certificato provvisorio. Tutti i cittadini d’Italia e gli stranieri residenti in Italia, posseggono una tessera sanitaria. Da considerare però, che la tessera sanitaria non sostituisce il libretto sanitario, il quale resta comunque il documento valido per ricevere le prestazioni sanitarie erogate, a chi ne ha diritto, dal servizio sanitario Nazionale.

Farmàcia Masó | Source | Date 2007-03-20 | Author Josep Renalias | P
Repost 0